Il gelato

In questa torrida estate, un alimento che apprezzo in modo particolare, è il gelato. Ricordiamoci che è un alimento, e come tale lo dobbiamo integrare (parola magica) alla nostra alimentazione quotidiana. Apprezzo il gelato, soprattutto il “cono da passeggio”, perché fa pensare alle vacanze, al relax, al tempo che scorre lento. Apprezzo la freschezza che dà, appena lo metti in bocca. Mi piace perché bisogna leccare con sapiente maestria per evitare che sciogliendosi,vada persa anche la più piccola parte di questa deliziosa leccornia. Cosa c’è nel gelato? Meglio artigianale o industriale? Quale gelato scegliere? Vediamo di poter rispondere a queste domande. Personalmente preferisco gelati artigianali, ma importante è sempre la qualità del prodotto. E questo dipende dalla qualità delle materie prime e … dal gelataio. Dall’azienda, se parliamo del gelato industriale e dalla catena del freddo fin dentro le nostre case. Gli ingredienti base del gelato sono latte, zucchero,panna, in qualche varietà di gelato si usano anche uova, succo di limone, succo di arancia. Per alcuni tipi di gelato, il latte vaccino viene sostituito dal latte di soia o yogurt. A questi ingredienti base, vengono aggiunti frutta di stagione come fragole, melone, frutti di bosco, uva e la fantasia dei gelatai può continuare nell’utilizzare carote, menta, sambuco … per non parlare dei tradizionali gusti al cioccolato, vaniglia, caffè, … ho letto che si arriva a fare 60 gusti di gelato … e anche più. In quale momento della giornata il gelato, può essere mangiato? Il gelato può completare un pasto, perché la temperatura stimola la secrezione dei succhi gastrici e le contrazioni dello stomaco facilitando in tal modo la digestione, oppure può essere mangiato a merenda. Purché sia piccolo. Ricordo che il gelato confezionato in vaschetta alla vaniglia e al cacao, ha tra le 167 alle 173 kcal per gr. 100 di prodotto che mangiamo. Un cono confezionato panna e cioccolato ha kcal 218, mentre un cono con panna e scaglie di cioccolato e nocciole, ha kcal 244, sempre per gr. 100 di gelato (fonte dati CREA, Centro Ricerca Alimenti e Nutrizione ex INRAN http://nut.entecra.it ). Se ne mangiamo una porzione più piccola, ecco che l’apporto calorico scende. Senza nulla togliere al gusto e dal concederci un piacere nella giornata. Per il suo valore energetico è adatto a chi svolge attività sportiva, e se poi lo si sceglie al gusto di frutta, aggiungiamo al nostro organismo, vitamine e Sali minerali. Il gelato industriale sicuramente è pratico perché lo possiamo tenere nel nostro freezer, a portata di mano per ogni evenienza e occasione imprevista. Ma che lo mangiamo industriale o artigianale, il gelato ritengo che sia un momento di semplice e genuino piacere.

Comments

  1. Bokep Indo

    Great post. I was checking constantly this weblog and I am inspired! Very useful info specially the closing part 🙂 I take care of such information a lot. I used to be seeking this certain information for a very lengthy time. Thanks and best of luck. |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *