Sovrappeso e Obesità …

Oggi parliamo di sovrappeso e di obesità. Desidero scrivere soprattutto qual’ è il miglior peso di ciascuno, ma non posso farlo se prima non si comprende cosa si intende per sovrappeso e obesità e da cosa sono determinate queste due condizioni. Intanto:

L’obesità è una condizione caratterizzata da un eccessivo accumulo di grasso corporeo, che determina gravi danni alla salute (tratto direttamente dal sito del Ministero della Salute). Si distinguono in:

  • obesità androide (chiamata anche “a mela”), caratterizzata da accumulo di grasso concentrato sulla parte alta dell’addome e relativi organi interni.
  • Obesità ginoide (chiamata anche “a pera”), caratterizzata da accumulo di grasso nelle parti inferiori del corpo: cosce e glutei.

Tra questi due tipi di obesità, l’obesità androide, indica una maggior rischio per malattie cardio-vascolari, diabete mellito di tipo 2, steatosi epatica, aterosclerosi. Quindi la circonferenza della vita a livello ombelicale è indice di malattie importanti. Evidenze scientifiche hanno confermato un maggior rischio se nell’uomo il giro vita supera i cm 102 e nella donna supera cm 88. Per valutare se il proprio peso corporeo è corretto, utile è calcolare il BMI (Body Mass Index) o IMC (Indice di Massa Corporea) che si ottiene dividendo il proprio peso, espresso in kg, per il quadrato della propria altezza, espressa in metri. Per fare un esempio:

donna alta m. 1,60; peso kg 70

1,60 x 1,60 = 2,56 poi kg 70 : 2,56 = 27,3

Considerando che :

IMC tra 20 e 24,9 normopeso

IMC tra 25 e 29.9 sovrappeso

IMC oltre 30 obeso (vengono presi in considerazione anche diversi gradi di obesità).

La signora, presa come esempio è quindi in sovrappeso. E tu, hai calcolato il tuo BMI o IMC?

Il sovrappeso e l’obesità sono condizioni dovute a diversi fattori:

  1. Genetica (non modificabile)
  2. Di tipo ambientale – sociale (parzialmente modificabile)
  3. Individuale (determinato dal proprio comportamento, modificabile).

Quindi, così come, possiamo essere predisposti ad alcune malattie, siamo altrettanto predisposti ad aumentare di peso e per saperlo basta osservare i nostri familiari. Bambini in sovrappeso o obesi hanno buone probabilità di avere genitori in sovrappeso e/o obesi. Naturalmente, nonostante le evidenze scientifiche confermino il ruolo importante della genetica nello sviluppo di sovrappeso e obesità, essa non va assolutamente considerata l’unico fattore determinante. Questo perché la causa principale dell’obesità, ormai ritenuta una epidemia globale, è data soprattutto dall’ambiente in cui viviamo dove si promuovono comportamenti non salutari, favorendo stati morbosi in persone geneticamente predisposte. Il cibo più disponibile, la stagionalità ormai superata, cibi ipercalorici a basso costo, ricchi in grassi e zuccheri semplici e una vita più sedentaria, sta dando risultati alquanto evidenti, lo osserviamo soprattutto con l’aumento dell’obesità tra i nostri bambini. Essa si sviluppa per una assunzione eccessiva di calorie rispetto a quelle consumate, questo significa che è importante controllare, sia il contenuto di grassi e zuccheri, ma anche la quantità di cibo che andiamo a consumare nell’arco della giornata. Altra variabile è l’attività fisica che si svolge. La quantità totale di energia consumata durante l’attività fisica dipende dalle caratteristiche dell’esercizio: modalità, intensità, durata, frequenza e dalla persona (sesso, età, …). Si consiglia l’esercizio fisico perché svolto con costanza aumenta anche il consumo energetico a riposo (cioè quando dormiamo). In conclusione l’obesità come il sovrappeso non è solo un problema estetico, ma un importante problema medico che minaccia la salute e il benessere della persona.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *