Povero MMG

Leggo con dispiacere le dichiarazioni del collega Lopez e le risentite risposte dei rappresentanti FIMMG, su questo istituzionale scansafatiche del MMG. Lo scrivente ha svolto per quasi quarant’anni questa meravigliosa e bistrattata professione, ha protestato da SOLO davanti al “Capranichetta” rivestito di cartelloni, ha preso posizioni anche più dure del dott. Lopez, ed è giunto che la conclusione sarà l’estinzione della figura del MMG. Un peccato, considerata la potenzialità della reale assistenza erogabile. Un professionista che copre praticamente quasi tutto il territorio sarebbe un tassello fondamentale per un SSN efficace ed efficiente. Ma per colpa di tutti, questo non avverrà. L’ipocrisia che permea il settore a tutti i livelli, gli stanziamenti centrali peraltro sempre sottostimati, disponibili per affondare mani improprie a danno dell’assistenza, l’incapacità di programmare il futuro con scelte appropriate e coraggiose, porta alla fine a esternazioni di rabbia, sgradevoli, disgustose, discutibili nei modi ma sono proprio frasi senza alcun filo di verità? Quando dico colpa di tutti includo anche il paziente che le statistiche indicano come grande estimatore di questa figura. Almeno fino a quando pretende e ottiene la trascrizione di prescrizioni specialistiche o qualunque cosa gli serva. E gli interventi di organismi Istituzionali (Corte dei Conti) per magari discutibili illeciti amministrativi, o della stampa nel criminalizzare medici che ricevono quote capitarie per pazienti defunti. Perché è compito del medico sistemare le anagrafi comunali, regionali e delle ASL. E il tanto sempre discusso e mai affrontato problema del carico burocratico. Basti pensare al confezionamento di alcuni farmaci per cronici che malgrado la multi prescrivibilità, ogni mese ti riportano il paziente in studio. Per non parlare della sempre discussa indisponibilità del MMG per le visite domiciliari. Ma quante richieste sono reali e quante di comodo per non fare la fila in studio? E che dire della retribuzione identica sia dove uno studio lo affitti a 500€ e altrove a 1500€, e potrei continuare. Sicuramente ognuno ha la propria ricetta per curare il moribondo, la certezza è che così com’è la medicina del territorio è fallita. Venti regioni, ventuno SSN! Dopo oltre quarant’anni una rivisitazione del Sistema non è più procrastinabile, ma non mi pare di sentire a parte sguaiate e isolate voci, interventi improntati ad una discussione seria e costruttiva.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *