Amnesia Generale

L’immunità di gregge è ormai cosa fatta. Altro che distanziamenti, maschere, gel e altre genialità, il bombardamento vaselinato dell’informazione di regime ha praticamente raggiunto il proprio obiettivo. Decenni addietro si ricorreva alle armi da fuoco, oggi sono sufficienti le armi di stampa e tv per anestetizzare l’umanità intera, a parte qualche isolato focolaio di reazione che con due semplici parole è praticamente soffocato. Negazionisti, complottisti. Il “gregge” è stato ben bene immunizzato. Tra divieti, sanzioni e questo spettro della morte giornalmente nominata e i positivi (che son cosa ben diversa dai malati), quotidianamente contati, la mandria è terrorizzata. E chi osa alzare la testa? Il bombardamento alla vaselina è geniale. Ci fa abituare a tutto, in modo lento ma inesorabile, facciamo tutto quello che giornalmente ci viene trapanato in testa, diventa normale mascherare i bambini per portarli a scuola. Ma come, i vostri numeri dicevano che i bambini non ammalavano ma per controbilanciare questa brutta notizia avete tirato fuori una correlazione con la malattia di Kawasaki. E chi osa mettere in discussione questa prospettiva. Ogni frustata è buona per tenere mansueto il gregge. Quanto prima metteranno mani ai nostri risparmi, “ beh è necessario, l’economia è andata a rotoli per un virus”, ma non dobbiamo temere, la vaselina non ci farà soffrire. Mi viene da pensare che il terribile 11 settembre fu anche una prova per terrorizzare l’intera umanità, almeno quella che ha la tv, chi vive nelle foreste amazzoniche o altro, li bruciamo direttamente. Lo chiede il progresso. Da quella data, per motivi di assoluta sicurezza, mezzo litro d’acqua pre-check-in è un pericolo per l’aereo, quella che vendono a milioni di viaggiatori post check-in è innocua. Con grande gioia delle multinazionali dell’acqua. E il gregge??? Muto! Chi si è fatto in quattro per una vita, chiude l’azienda o si uccide, chi non ha fatto niente per una vita, ma conta, costruisce maschere per il gregge. Tra alcuni mesi, a parte le consuete forme stagionali, compariranno sicuramente malattie respiratorie su base batterica e funginea, quelle maschere che usiamo come terreno di coltura per avvelenarci, raggiungeranno un primo obiettivo (altro che protezione), lo sterminio di massa è dietro l’angolo. Ma cosa importa il gregge è immunizzato. Sicuramente nel cervello.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *