Elisir di lunga??? Vita!!!

“…così chiusi in bottiglia quei fiori di neve, l’etichetta diceva elisir di giovinezza…” dal grande Fabrizio De Andrè. Oggi una potenza economica inimmaginabile, che trova nel settore farmaceutico la punta di un progetto con alla base il controllo delle risorse alimentari e della tecnologia di ogni livello, chiude in bottiglia l’elisir di lunga vita. Con immoralità mascherata dalla preoccupazione per la salute dell’individuo, avallata dagli atti di facciata di governi, questa piovra aggressiva, eliminando tutte le procedure di sperimentazioni (al di là delle patetiche dichiarazioni del Potere), spudoratamente propone sostenuta da una informazione sottomessa al proprio potere, vaccinazioni di massa. Molti di voi diranno che il solito negazionista vede ovunque macchinazioni e congiure, bene, allego la mia mail per leggere chi può darmi spiegazioni per farmi rinsavire. Alla data del 02-01-2021 le fonti ufficiali danno 1.8 milioni di morti per Covid. Prendendo per buona la cifra chiedo:

1) una volta calcolata la percentuale di decessi rapportato alla popolazione mondiale, il valore che viene fuori giustifica tutta questa mobilitazione? Se ritenete errato fare il rapporto con la popolazione mondiale, ma solo con gli infettati, allora gli 80 milioni di infettati rispetto alla popolazione mondiale sono una percentuale tale da giustificare tutto questo?

2) si parte dal presupposto che la risposta dei tamponi rapidi naso faringeo, siano oro colato. Nella scheda tecnica del preparato per tampone rapido distribuito dalla DiaPath e prodotto in Cina, alla voce “limitazioni” recita: “il risultato del test è solo per riferimento clinico e non deve essere utilizzato come unica base per la diagnosi clinica”. Allora tutti gli asintomatici positivi perché vengono classificati come covid in assenza di segni clinici? Spererei in qualche illuminazione da parte di chimici biologici. Sento puzza di commercio, mentre il povero Kary Mullis Nobel per aver messo a punto la PCR, chissà quante volte si è rigirato nella tomba, sentendo parlare di test rapidi, super rapidi, manco fossero treni.

3) sei lodevolissime aziende farmaceutiche producono in men che non si dica un vaccino per salvare l’umanità dalla catastrofe. Immunità tutta da verificare, nella migliore delle ipotesi copertura per circa 9 mesi e poi altro buco come una magnifica catena di montaggio.

E vai, industria farmaceutica, hai il futuro garantito. Distribuire prebende a chi almeno di facciata gestisce il potere è una goccia in un mare di guadagni, a coprire gli occhi e annebbiare la mente, provvedono tutti i media che piluccano dalle vostre mani. Sei riuscita a mettere gli uni contro gli altri (chi decide di non vaccinarsi che danno arreca a chi si vaccina e periodicamente fa il richiamo?). Ma l’ingordigia è infinita, guai a chi osa alzare la testa. Espressioni pronunciate specie da intellettuali “è morale sottoporsi al vaccino”, fanno rabbrividire. A costoro dico solo che, così attenti e sensibili a prendere posizioni pro salute pubblica, non si sentono un po’ immorali dimenticando le epidemie globali di fame, tubercolosi, fumo, inquinamento, obesità indotta? BIG PHARMA finalmente, almeno per te, hai trovato “ L’Elisir di lunga vita”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *