Chi Siamo

Dott.ssa Anna Maria Baracca nata in provincia di Bologna. Lavoro come dietista presso studi medici e mi occupo in modo particolare di obesità e di educazione alimentare. L’alimentazione, ha sempre avuto un certo fascino per me. Questo lo attribuisco al fatto che dovendo lavorare per mantenermi agli studi universitari, i lavori adatti allo studente, almeno negli anni ’80, era fare la barista e la cameriera presso pizzerie e ristoranti. Quindi, in modi diversi e prospettive diverse, da sempre mi occupo di alimentazione. Una volta completati gli studi svolti presso l’Università degli Studi di Bologna e nel cominciare a fare la libera professione, a poco a poco ho cominciato a interessarmi ai Disturbi del Comportamento Alimentare. Ho seguito Master di 150 ore teorico-pratico nel trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare presso Positive Press  condotto dal Dr. Riccardo Dalle Grave di Verona. Interessata sempre più ad agevolare un possibile cambiamento comportamentale nelle persone che si affidavano a me, ho conseguito Laurea in Scienze dell’Educazione presso l’Università degli Studi Roma Tre di Roma. Nonostante l’ impegno nel cercare risposte alle mie domande, incontravo, tra le pieghe del comportamento alimentare dei miei pazienti, emozioni, abitudini, convinzioni talmente radicate nel profondo che contrastavano col loro desiderio di ben-essere. Questo mi ha fatto avvicinare al counseling. Ho seguito Master Triennale in Gestalt Counseling ad Approccio Integrato presso ASPIC (Associazione per lo Sviluppo Psicologico dell’Individuo e della Comunità). Questo percorso formativo mi ha reso consapevole dell’importanza nel SAPER ACCOGLIERE, SAPER ASCOLTARE e saper porre domande in modo adeguato. Mi ha abituata a SAPER FARE, perché se faccio non dimentico. Mi sono sentita talmente coinvolta in questo percorso che ho proseguito con Master annuale in Dance-Counseling presso ASPIC e Master annuale in Danza Relazionale Creativa presso ADYCA asd (Accademia DanzaMovimento Terapia YogaDanza Counseling & Arteterapie) entrambi condotti dal Dott. Fernando Battista, perché il movimento, il buon movimento è l’altro risvolto di un buon stile di vita. Nel proseguire la mia evoluzione personale e professionale, arrivando a lavorare anche come counselor, ho seguito Master breve intensivo per la Consulenza di Coppia presso ASPIC. Per completare questo mio percorso didattico e di vita, ho seguito la via del colore e sono giunta al Master in Agevolatore nel Metodo Mandala – EvolutivoTM di Gabriella D’Amore Costa, presso ADYCA asd. In conclusione, dietista e counselor. Una professione penetra nell’altra, si integrano, e come professionista, penso di dare un servizio a tutto tondo. Attenzione. Ascolto. Accettazione. Lavoro presso studi medici, e svolgo consulenze presso strutture che me lo richiedono, come palestre, scuole e centri commerciali. Ho dato la mia disponibilità come counselor al CAO (Centro di Ascolto e Orientamento) di Roma.

Dietista iscritta all’A.N.D.I.D. (Associazione Nazionale Dietisti Italiani) nr. 301

Counselor iscritta a U.P. ASPIC (Università Popolare del Counselling)

Counselor iscritta a REICO (Registro Italiano Counselor) nr. 351; Attività Professionale di cui la Legge 14/01/2013 n. 4

 

Dott. Santi Fichera nato a Messina il 29 giugno 1950. Laureato alla Sapienza di Roma in Medicina e Chirurgia il 27 luglio 1976.

Tirocinio presso l’ ospedale Malpighi di Bologna con conseguimento nel marzo 1978 della idoneità a Geriatria.

Ho svolto esclusivamente l’attività di medico di famiglia in provincia di Roma, con totale dedizione, passione e semplicità riuscendo ad essere per il paziente un riferimento ben oltre l’aspetto clinico.

Nel 2011 ho lasciato la convenzione con la Regione Lazio, non essendoci più a mio giudizio, le condizioni per lo svolgimento della professione, in quanto una burocratizzazione opprimente sottraeva buona parte del tempo da dedicare al paziente, riducendo la mia figura ad un semplice prescrittore.  Mi riconosco la capacità di non mettere a disagio o in soggezione il paziente e soprattutto pur ritenendo estremamente indispensabile il supporto strumentale e di laboratorio, antepongo l’antica regola di raccogliere più che posso dal racconto del paziente. Coltivo, inoltre un particolare interesse per la nutrizione umana, le terapie naturali e le medicine complementari.